Cremazioni
tumefazione

La scelta cremazionista può essere dettata da motivi morali, igienici, religiosi o economici ed è fatta da persone di provenienza culturale, religiosa e ideologica molto diversa. La Chiesa Cattolica, ad esempio, consente ai suoi fedeli la cremazione sin dal 1963 mentre la Chiesa Valdese e le altre Chiese cristiane evangeliche sono sempre state favorevoli.

La cremazione inoltre è l'unica pratica funebre in grado di fornire una valida risposta ai problemi di gestione cimiteriale e non sottrae terra ai vivi: l'urna cineraria occupa uno spazio minimo (50 urne al posto di una bara).

 

Il nostro servizio di cremazioni vi garantisce la possibilità di scegliere tra un vasto assortimento di urne cinerarie, per raccogliere le ceneri del defunto. Ci occupiamo di tutte le pratiche necessarie alla cremazioni e pensiamo noi a ottenere i permessi richiesti.

 

Le ceneri possono essere tumulate in una celletta di uno dei cimiteri cittadini o di altro Comune, oppure sistemate in una Sepoltura Privata. Possono essere ricongiunte ad altro defunto oppure affidate ai familiari per la custodia presso l’abitazione o, su richiesta, disperse in natura. La Regione Lombardia ha infatti dato attuazione alla Legge Nazionale n. 130 del 30/03/2001 e permette la dispersione in natura o l'affidamento dell'urna cineraria ai familiari, mettendo fine all'obbligo di conservare le ceneri dei defunti esclusivamente nei cimiteri.

 

Funerale "Pensiamoci per tempo"

Lista, grazie all'associazione con So.Crem Varese, offre la possibilità di accedere al servizio "Pensiamoci per tempo": un pagamento anticipato del funerale tramite la stipula di un'assicurazione che copre le spese funerarie.